Mazara Valley
Via del Carmine 91026 Mazara del Vallo (Tp), Sicilia Italia
Tel: +39 389 0441600

Percorso barocco | Mazara Valley - Official Tourism Website

Mazara del Vallo. Mazara Valley - Official Tourism Website

Home Esperienze Percorso barocco

Percorri l'itinerario tra
le perle del barocco

Visita Mazara del Vallo. Viaggio fra i vicoli della città.

Il barocco mazarese tra
i vicoli della città.

Mazara del Vallo sorge su un antico sito fenicio posto lungo la costa occidentale della Sicilia, tra Capo Boeo e Capo San Marco, ad una distanza di circa 200 km dalle coste della Tunisia. La città è stata un centro commerciale greco ma ha conosciuto il suo massimo splendore sotto la dominazione araba e successivamente normanna.

Percorso consigliato

A
Collegio dei Gesuiti

Il Collegio dei Gesuiti si colloca nella parte meridionale della città antica. Gli inizi dei lavori di costruzione si datano al 4 dicembre 1675 e furono avviati grazie alla donazione, da parte del nobile mazarese Don Gaspare Riera. Dall'esterno, colpisce subito l'imponenza del prospetto, scandito da una serie di ampie finestre, poste ad una insolita altezza. Ma è la composizione e la bellezza del portale ad esprimere il gusto barocco seicentesco. All'interno, è possibile ammirare il chiostro, caratterizzato da colonne che scandiscono vani coperti da volte a crociera.

B
Chiesa di Sant'Ignazio

La chiesa sorge nella parte meridionale della città antica, l'odierna piazza Plebiscito. L'inizio dei lavori si data al 27 settembre del 1701, nell'area in cui in precedenza sorgeva il palazzo della nobile famiglia Adamo. La consacrazione avvenne nel 1714 per opera del vescovo Bartolomeo Castelli. Della struttura, particolarmente pregevole è il prospetto, composto da due ordini (uno dorico, l'altro ionico), da dove si snodano elementi plastici e chiaroscurali, il portale e il timpano, arricchito da contrafforti a volute, elementi che ben esplicano lo spirito barocco.

C
Chiesa di San Francesco

Ci troviamo in prossimità dell'angolo Nord-Ovest della parte antica della città. La struttura barocca oggi visibile, è il risultato di un rifacimento di una chiesa più antica, sempre dedicata al santo di Assisi, risalente al XIII sec. che, a sua volta, si impiantò sulle vestigia di un complesso ecclesiastico dedicato a San Biagio. L'attuale aspetto barocco fu voluto dal Monsignor Francesco Maria Graffeo, reggente dei Minori conventuali e futuro vescovo della diocesi di Mazara, intorno al 1680 e, dunque, in piena scia dell'esuberanza barocca.

D
Palazzo del marchese Milo

Questo antico palazzo si erge nella parte centro-occidentale della città antica, ad angolo tra la via Porta Palermo e la via Goti e. Il punto in cui sorge, funge da crocevia fra tre antichi quartieri: quello di San Francesco, quello della Giudecca e quello di San Giovanni. Realizzato nel XVII sec. nell'area in cui sorgeva, durante il periodo islamico, la grande fortezza dell'emiro Abd Allah Ibn Mankut (le cui vestigia, ancora visibili nel XVI sec., furono descritte dall'umanista mazarese Gian Giacomo Adria) presenta, nei prospetti, elementi di influenza barocca.

E
Chiesa di San Michele

Il complesso di San Michele fu costruito nell'area nord-orientale della città antica, nel quartiere della Giudecca che ospitava un'importante comunità giudaica. Le prime tracce della chiesa, si datano al XII sec. e la sua realizzazione si deve alla volontà di Giorgio d'Antiochia. Nel corso dei secoli successivi, l'importante patrimonio del monastero (composto, in parte, anche da diversi beni terrieri sparsi nell'agro mazarese), permise di iniziare un nuovo cantiere che porterà, sia la chiesa sia il monastero, ad avere l'aspetto attuale.

F
Chiesa di Santa Veneranda

Il punto in cui si trova la chiesa di Santa Veneranda, insieme alla piazza che da essa prende il nome, si colloca al centro della città antica di Mazara. Non si conosce esattamente il periodo di fondazione, anche se la tradizione la pone in età normanna. Fu sede di un monastero di suore benedettine dalle origini notevolmente umili. L'aspetto attuale si può datare nel tardo periodo barocco, quando il monastero era governato dalla badessa Giuseppa Antonia Burgio, e la consacrazione avvenne nel 1716.

G
Piazza della Repubblica e la Cattedrale

Luogo che, nei secoli, ha avuto particolare importanza, per via degli edifici più emblematici che ancora oggi qui si affacciano, essa si trova nella parte sud-orientale della città antica. Il nome attuale della piazza risale al 1946, ma anticamente questo spazio fu denominato Piano Maggiore o Platea Magna. Già durante la dominazione islamica della Sicilia, quest'area fu scelta per ospitare la grande Moschea (Muschita Magna) ed il Minareto e, durante la conquista normanna, il Duomo dedicato al SS. Salvatore.

Testi tratti dagli scritti del Dott. Francesco Adamo

Gli scatti più belli

Mazara Barocca: Foto Gallery

Mazara del Vallo sorge su un antico sito fenicio posto lungo la costa occidentale della Sicilia, tra Capo Boeo e Capo San Marco, ad una distanza di circa 200 km dalle coste della Tunisia. La città è stata un centro commerciale greco ma ha conosciuto il suo massimo splendore sotto la dominazione araba e successivamente normanna.

Flash News
Pietro Consagra: Opere grafiche 1947-1977 ( 25 Ottobre 2020 )
Visualizza Eventi

Chiudi

Titolo della popup